Ultimi Commenti

Mitico Pispisa
1 Martedì 23 Giugno 2009 14:25
Golem
Il primo romanzo di Guglielmo non ha nulla da inviadare ai successivi!!
Multiplo di G Pispisa , Administrator

Login

Officine Wort PDF Stampa E-mail

Usate la scrittura come la vostra scusa per indire un party alla settimana - anche se chiamerete quel party "workshop". Ogni istante che passate con altre persone che stimano e supportano la scrittura, quegli istanti controbilanceranno tutte le ore che passate da soli, scrivendo. Persino se un giorno venderete il vostro lavoro, nessuna cifra di denaro vi ricompenserà per il tempo che avete speso in solitudine. Perciò, prendetevi subito la vostra "ricompensa", fate della scrittura una scusa per stare fra la gente. Quando raggiungerete la fine della vostra vita - credetemi, non vi guarderete indietro per assaporare i momenti che avete passato da soli.

(Chuck Palahniuk)

La XI edizione del Concorso Turno d Notte si terrà sabato 6 luglio.

A breve il bando.

 
AEmilia Noir Festival - 18/19 maggio - S.Lazzaro di Savena (Bo) PDF Stampa E-mail

Siete pronti? Una due giorni in cui avrete occasione di ascoltare e incontrare 28 scrittori, partecipare a due laboratori gratuiti, uno per adulti condotto dall'universale Gianluca Morozzi e uno per bambini/ragazzi condotto dalla scrittrice Sara Magnoli e dal disegnatore/fumettista Tiziano Riverso, degustare birre artigianali, vini locali, divorare tigelle e crescentine, comprare libri. Insomma, siete pronti per la festa? (Per info. Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. )

aen_light

 
"Della stessa sostanza del buio" di Luca Occhi (Bacchilega Editore) PDF Stampa E-mail

della_stessa_sostanza_del_buio_copertina_ridotta_light

La disperazione può portare a stringere patti con il diavolo.
Lo sa bene Lorenzo Simoni che per venire a capo della scomparsa della figlia adolescente decide di rivolgersi a Mathias Mestiz, l'unico che ritiene capace di ritrovarla.
Condannato per un infamante delitto, e ora in libertà vigilata, Mestiz si è sempre dichiarato estraneo alle accuse, ma a impedirgli di definirsi innocente è la sua ossessione per le foto di ragazzine, la stessa che in passato lo ha spinto a frequentare un mondo oscuro.
Proprio quel mondo in cui sarà costretto a tornare per ottenere la ricompensa promessa da Simoni: una somma di denaro sufficiente a permettergli di abbandonare una città in cui tutti sanno di lui.
Ma nulla è come appare. Nemmeno le poche persone che frequenta.

Leggi la recensione su ThrillerNord

Leggi la recensione su Contorni di Noir

Leggi la recensione su C-Side Writer

Leggi la recensione su Giallo e Cucina

 
Nasce ZERO la nuova collana di Noir Thriller e Giallo della Bacchilega Editore PDF Stampa E-mail

zero

«Zero» è la nuova collana della Bacchilega Editore dedicata al noir, al giallo e al thriller italiani, una collana di «solo storie nere», perché così come esiste una cronaca nera, che racconta ciò che scaturisce dalla parte buia dell'animo umano, c'è anche la narrativa nera: quella che racconta le storie che nascono dall'immaginario oscuro di chi le racconta.
Un immaginario che affonda le proprie radici in quel disagio che colpisce il nostro cervello quando non riesce a collocare fatti, persone, pensieri, azioni o situazioni nelle caselle bene/male, buono/cattivo, bianco/nero.
Perché ciò che non è bianco o nero non è necessariamente grigio e spesso non ha un colore definito ed è questo che manda in crisi i meccanismi perfetti del nostro cervello, che rende il male affascinante ed è lì, nel cuore di quella strana sensazione a metà tra l'angoscia e l'attrazione morbosa verso ciò che nasconde il crepuscolo, che nascono le storie di Zero: storie scritte per essere lette.
Zero, con la pubblicazione del vincitore del «Premio romanzi inediti», sarà la collana di riferimento del festival Garfagnana in giallo, ma anche del Terni Horror Fest di cui pubblicherà l'antologia dei racconti finalisti per l'edizione 2019; lo scopo è far sì che sulle pagine di Zero autori esordienti trovino spazio accanto ad autori emergenti e affermati: unica discriminante la qualità dei testi e delle storie. (Eventuali manoscritti possono essere inviati a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. )

 
ORE CONTATE - Sfida Letteraria - L'incipit di Joe R. Lansdale PDF Stampa E-mail
The next morning when Giuseppe went out to toss the trash, he was surprised to find the decapitated head of his wife had turned up next to the trash can again. Giuseppe looked up, and across the street, his wife's dog, Mitzy, a large German Shepard, was giving him the eye. It was that bitch that had dug it up and brought the head back again, but this time he was going to destroy the head completely, and the dog too, because the valuable lesson he had learned, is if you're going to murder somebody, you had to do it right, or at least better than he had managed so far, and a good way to rid himself of that head might be acid, and for the dog, a nice poisoned steak.

(Joe R. Lansdale)

49948960_2093190997415496_8714978948460576768_n

 

La mattina dopo, quando Giuseppe uscì di casa per gettare la spazzatura, scoprì con sua somma sorpresa che la testa decapitata di sua moglie si era ripresentata accanto al bidone. Giuseppe alzò gli occhi e vide che, dal lato opposto della strada, il cane di sua moglie, Mitzy, un grosso pastore Tedesco femmina, lo stava scrutando. Era quella cagna ad averla dissotterrata e averla riportata lì, solo che stavolta lui avrebbe fatto piazza pulita completa della testa, come pure del cane, perché la preziosa lezione che aveva imparato era che, se intendi ammazzare qualcuno, devi farlo bene o, quanto meno, meglio di come aveva fatto lui fino a quel momento e un buon modo per sbarazzarsi di quella testa sarebbe stato scioglierla nell'acido. Quanto al cane, sarebbe bastata una bella bistecca avvelenata.

(Joe R. Lansdale - Traduzione Seba Pezzani)


 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 4
Valid XHTML & CSS | Template Design the science | Copyright © 2009 by officinewort