Ultimi Commenti

Mitico Pispisa
1 Martedì 23 Giugno 2009 14:25
Golem
Il primo romanzo di Guglielmo non ha nulla da inviadare ai successivi!!
Multiplo di G Pispisa , Administrator

Login

Nasce ZERO la nuova collana di Noir Thriller e Giallo della Bacchilega Editore PDF Stampa E-mail

zero

«Zero» è la nuova collana della Bacchilega Editore dedicata al noir, al giallo e al thriller italiani, una collana di «solo storie nere», perché così come esiste una cronaca nera, che racconta ciò che scaturisce dalla parte buia dell'animo umano, c'è anche la narrativa nera: quella che racconta le storie che nascono dall'immaginario oscuro di chi le racconta.
Un immaginario che affonda le proprie radici in quel disagio che colpisce il nostro cervello quando non riesce a collocare fatti, persone, pensieri, azioni o situazioni nelle caselle bene/male, buono/cattivo, bianco/nero.
Perché ciò che non è bianco o nero non è necessariamente grigio e spesso non ha un colore definito ed è questo che manda in crisi i meccanismi perfetti del nostro cervello, che rende il male affascinante ed è lì, nel cuore di quella strana sensazione a metà tra l'angoscia e l'attrazione morbosa verso ciò che nasconde il crepuscolo, che nascono le storie di Zero: storie scritte per essere lette.
Zero, con la pubblicazione del vincitore del «Premio romanzi inediti», sarà la collana di riferimento del festival Garfagnana in giallo, ma anche del Terni Horror Fest di cui pubblicherà l'antologia dei racconti finalisti per l'edizione 2019; lo scopo è far sì che sulle pagine di Zero autori esordienti trovino spazio accanto ad autori emergenti e affermati: unica discriminante la qualità dei testi e delle storie. (Eventuali manoscritti possono essere inviati a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. )

 
ORE CONTATE - Sfida Letteraria - L'incipit di Joe R. Lansdale PDF Stampa E-mail
The next morning when Giuseppe went out to toss the trash, he was surprised to find the decapitated head of his wife had turned up next to the trash can again. Giuseppe looked up, and across the street, his wife's dog, Mitzy, a large German Shepard, was giving him the eye. It was that bitch that had dug it up and brought the head back again, but this time he was going to destroy the head completely, and the dog too, because the valuable lesson he had learned, is if you're going to murder somebody, you had to do it right, or at least better than he had managed so far, and a good way to rid himself of that head might be acid, and for the dog, a nice poisoned steak.

(Joe R. Lansdale)

49948960_2093190997415496_8714978948460576768_n

 

La mattina dopo, quando Giuseppe uscì di casa per gettare la spazzatura, scoprì con sua somma sorpresa che la testa decapitata di sua moglie si era ripresentata accanto al bidone. Giuseppe alzò gli occhi e vide che, dal lato opposto della strada, il cane di sua moglie, Mitzy, un grosso pastore Tedesco femmina, lo stava scrutando. Era quella cagna ad averla dissotterrata e averla riportata lì, solo che stavolta lui avrebbe fatto piazza pulita completa della testa, come pure del cane, perché la preziosa lezione che aveva imparato era che, se intendi ammazzare qualcuno, devi farlo bene o, quanto meno, meglio di come aveva fatto lui fino a quel momento e un buon modo per sbarazzarsi di quella testa sarebbe stato scioglierla nell'acido. Quanto al cane, sarebbe bastata una bella bistecca avvelenata.

(Joe R. Lansdale - Traduzione Seba Pezzani)


 
Officine Wort & Maestranze - "Dieci anni di Turno di Notte" - Bacchilega Editore PDF Stampa E-mail

2018_20_turno_di_notte_copertina_rgb

Ecco l'antologia che celebra il decennale del Concorso Letterario Turno di Notte. Prefazione e postfazione degli autori degli incipit: Carlo Lucarelli e Gianluca Morozzi. Acquistabile sul sito della Bacchilega Editore www.bacchilega.it

 
"Tartare" di Luca Occhi (Oakmond Publishing) PDF Stampa E-mail

Il primo e-book pubblicato da Luca Occhi si intitola Tartare (Oakmond Publishing). Un racconto lungo che nel 2013 si è aggiudicato la IV Edizione del Premio Letterario Gelmi di Caporiacco sezione racconto inediti.

tartare

In toni sanguinosi e crudi proprio come una tartare, questo racconto narra dell'impari lotta fra malaffare e onestà, sulla sfondo di scottanti tematiche sociali quali i comportamenti mafiosi, i bulli di periferia, l'immigrazione clandestina e il razzismo. A fare da ago della bilancia, suo malgrado, sarà un prete. E anche i preti, a volte, hanno un passato...

Se sei incuriosito puoi rischiare Eur 0,99 e acquistarlo QUI

 
"Il Cainita" di Luca Occhi PDF Stampa E-mail

 

cainita_4b61eb7eafe985f57846fff758220110

 

Ingegnoso e interessante il romanzo thriller d'esordio di Luca Occhi. Una trama non convenzionale, grazie soprattutto all'espediente di due piani narrativi che scorrono paralleli per tutta la storia e convergono verso la conclusione.

Il primo narra ed esplora la singolare catena di efferati episodi, che risalgono anche a diversi secoli prima, commessi dagli adepti di un culto devoto a un dio che premia la pratica del male invece di quella del bene, ribaltando i canoni consolidati di qualunque fede.
Il secondo segue le indagini del commissario Marco Rinaldi della Squadra Mobile bolognese, alle prese con la difficile indagine su una serie di omicidi commessi ai danni di vittime tanto più innocenti quanto più dedite all'altruismo e alla bontà, senza macchie nascoste nelle pieghe della coscienza o dell'intimità.
Un personaggio ben costruito, questo poliziotto, umanissimo, fragile e tenace al tempo stesso. Non è ingombrante, non sgomita per conquistare la ribalta, anzi si defila a un lato del palcoscenico virtuale della trama. Diventa funzionale alla vicenda, la asseconda al punto da accettare il proprio degrado personale e professionale se utile a condurlo sulle tracce di un assassino micidiale e inafferrabile, fino alla conclusione di una caccia che per lui è diventata quasi un'ossessione.
Un buon esordio davvero, questo di Luca Occhi, al quale auguro di scrivere un'altra storia altrettanto coinvolgente e per nulla scontata.

(Enrico Luceri)

 

Luca Occhi vive a Imola ed è fra i fondatori di Officine Wort. Ha vinto diversi premi, fra questi la I edizione del Premio Internazionale M.A.R.E, la I edizione del Concorso Letterario Nazionale Città di Lodi, la VI edizione del Premio Francesco Gelmi di Caporiacco e la I edizione del Premio Letterario Valle del San Lorenzo - "La Baia delle Balene". Nel 2016 ha vinto la IV edizione del Premio Letterario Internazionale Città di San Giuliano Milanese e il Garfagnana in Giallo per la sezione racconti inediti. Due volte finalista al MystFest di Cattolica, nel 2011 e nel 2015, una ventina di suoi racconti sono stati pubblicati in antologie. Lettore onnivoro, ama smodatamente Stephen King e Jorge Luis Borges. Il secondo gli appare spesso in sogno, dove, seduti al Cafè la Perla de Caminito e davanti una bottiglia di Quarà, un Cabernet Sauvignon patagonico dal carattere scontroso, lo esorta bonariamente ad applicarsi nel cercare di scrivere sempre meglio. Il Cainita (Damster Edizioni) è il suo primo romanzo.

 

ACQUISTABILE QUI ANCHE IN E-BOOK

Qui potete leggere il Primo Capitolo ed eventualmente acquistare direttamente il libro senza dover andare in libreria.

Leggi la recensione su MetanfetaLibri

Leggi recensione di Adriana Rezzonico su Gialloecucina

Leggi la recensione di Giusy Giulianini su MilanoNera

Leggi la recensione di Cristian Volparo su ThrillerNord

Leggi la recensione di Marco Ischia su C-Side Writer (L'altro lato della scrittura)

Leggi la recensione di Caludio Guerra su Libroguerriero

Leggi la recensione di Federica Belleri su La Bottega del Giallo

Leggi la recensione di Laura Piva su L'Angolo della Strega

Leggi l'intervista a Luca Occhi sul settimanale Sabato Sera

Leggi l'intervista a Luca Occhi su C-Side Writer

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 Succ. > Fine >>

Pagina 2 di 4
Valid XHTML & CSS | Template Design the science | Copyright © 2009 by officinewort