BARAFONDA di Michele Marziani PDF Stampa E-mail

BARAFONDA

Di Michele Marziani

Barbès Editore - 189 pagine

barafonda

Barafonda come macabro gioco di parole, ma soprattutto a indicare il quartiere di Rimini dove si svolge la storia.

Rimini che ha cambiato volto negli ultimi decenni: la piccola città di provincia si è trasformata in un grande centro urbano, con tutte le problematiche collaterali, come il degrado e l'integrazione degli immigrati.

Ed è come se Rimini e Franco, il protagonista della vicenda, si fondessero insieme ad affrontare e far convivere aspetti contrari: rispettabilità e vergogna, ricchezza e indigenza, studio della medicina e malattia, umanità e razzismo.

Alla stessa persona, infatti, succede tutto e il contrario di tutto, così come la stessa città presenta molteplici aspetti, basta osservarla da angolature differenti.

 

Franco Botteghi è uno stimato pediatra o un impostore che esercita abusivamente la professione, senza mai essersi laureato? E' un ex-missionario, che ha curato bambini malati in sperduti villaggi africani o un razzista che aborrisce le etnie diverse dalla propria? E' una persona gentile, educata, disponibile o uno scontroso misantropo, che vive ai limiti dell'eremitaggio? E' un affettuoso padre  o un irresponsabile, che nemmeno provvede a contribuire economicamente al sostegno della famiglia?

E Rimini è la città di antiche origini romane con un suggestivo centro storico e eleganti quartieri residenziali o il caotico abitato con pesanti problemi di degrado e abusi edilizi?

Tutto assieme. Perch√© non √® detto che una cosa escluda il suo contrario, proprio come "non tutte le ciambelle riescono con il buco", soprattutto quando un inaspettato evento capovolge radicalmente l'esistenza di Franco. Lui non potr√† mai pi√Ļ vivere come prima e si trover√† suo malgrado costretto a cambiare casa, ambiente, amici, famiglia. Compariranno nuovi personaggi, con i quali Franco instaurer√† strani rapporti fatti di simbiosi e rifiuto insieme. Persone¬† che diventeranno sempre pi√Ļ vicine, anche se forse Franco non comprender√† mai a fondo la loro importanza.

Una storia cruda, amara, assolutamente non romantica, raccontata in uno stile immediato e scorrevole e con un inaspettato finale poetico, anzi, musicale.

Cristina Orlandi


 
Valid XHTML & CSS | Template Design the science | Copyright © 2009 by officinewort