GRANTURCO SU FOGLIA DI THE di Maria Silvia Avanzato PDF Stampa E-mail

GRANTURCO SU FOGLIA DI THE

Autore: Maria Silvia Avanzato

ARPANet  Società Editoriale

143 pagine.

 

ARPANet presenta a Bologna "Granturco su foglia di the"

Uno spasso. Non c’è altro termine per definire questo romanzo, classificato dall’editore in una categoria-collana denominata Chickcult, cioè […] la narrativa chick lit si fa cult, sul set di redazioni giornalistiche, musei e altri luoghi della cultura.

Granturco su foglia di the è ambientato in una prestigiosa Casa di Mode, di cui non anticipo il nome criptato per non rovinare una delle tante sorprese che si incontrano durante la lettura.

 

Perché la storia è come una serie di scatole cinesi, ognuna con una battuta memorabile. Per ridere a non finire degli stilisti famosi, con i le loro grottesche paturnie, per non parlare delle decerebrate quanto efebiche modelle o delle segretarie amorevoli quanto cobra attorcigliati.

Una divertente lotta contro i luoghi comuni, che vogliono le donne in carriera munite di fisico mozzafiato e abiti elegantissimi, nonché di cattiveria acida e devastante come un cocktail di candeggina & ammoniaca.

E un fondo di morale, esposto senza alcuna aggressività: i reality show, se somministrati in dosi massive, producono preoccupanti effetti collaterali. Ma c’è chi […] se ne infischia un po’ più in là.

Iris, la protagonista, ci dimostra quanto sia possibile conciliare un impiego di responsabilità con un’indole romantica, la crescita professionale  e la ricerca del principe azzurro, la corsa contro il tempo per il cosiddetto “problem solving” con un carattere appassionato e solare. Dura è la lotta contro i pregiudizi, soprattutto quando si è dotati di una corporatura non proprio filiforme, quindi per antonomasia in antitesi con ciò che ci si aspetta di incontrare tra gli addetti ai lavori di una casa di moda.

E poi ancora future modelle pescate tra le addette alle pulizie, uno stilista cieco, uno sperduto eremo in Toscana che nasconde un bellissimo segreto e pecore, pecore dappertutto.

E strabilianti riferimenti che non trascrivo: anche  dalla lana di pecora si possono ricavare i famosi pupazzetti svela-finali.

Cristina Orlandi.


 
Valid XHTML & CSS | Template Design the science | Copyright © 2009 by officinewort