IVAN GRAZIANI VIAGGI E INTEMPERIE di Lorenzo Arabia PDF Stampa E-mail

IVAN GRAZIANI – VIAGGI E INTEMPERIE

image_book

Autore: Lorenzo Arabia

Minerva Edizioni

340 pagine


[...] La scuola è una gran cosa, soprattutto se ti insegnano ad amare i capolavori del passato; però è un peccato che tu non li puoi vedere, né toccare (da "Monnalisa", Ivan Graziani)

Per "vedere" e "toccare" i capolavori del compianto Ivan Graziani, questa fedelissima biografia scritta con l'aiuto dei familiari del cantautore scomparso prematuramente nel 1997.

 

 

Una vera "chicca" per i fans, nel senso letterale del termine, considerando che "fan" è l'abbreviazione di "fanatic", e qui è riportato tutto, ma proprio tutto quello che ha fatto Ivan Graziani nel corso della sua vita, privata e professionale.

E' il risultato della raccolta di testimonianze e ricordi di molte persone che lo hanno conosciuto o hanno con lui collaborato, completa di bellissime foto, è il racconto di un percorso non facile, dall'anonimato della provincia alla fama.

Per noi profani, è la scoperta di quello che c'è dietro a una canzone di successo. Ricordo "Lugano addio", trasmessa alla radio. [...] Marta, io ti ricordo così, il tuo sorriso e i tuoi capelli, fermi come il lago...tu, tu mi parlavi di frontiere, di finanzieri e contrabbando, mi scaldavo ai tuoi racconti "E mio padre sì, tu mi dicevi, "quassù in montagna ha combattuto" , poi del mio mi domandavi. Ed io pensavo a casa, mio padre fermo sulla spiaggia, le reti al sole, i pescherecci in alto mare, conchiglie e stelle e le bestemmie e il suo dolore ... Ascoltandola pensavo, distrattamente: "Davvero bella. Ma chi sarà il tizio che la canta? Ivan Graziani? Mai sentito nominare, dev'essere uno giovane, nuovo". Ma la radio non dice quanta strada, irta di difficoltà, è stata percorsa per arrivare al motivo plurigettonato.

Una precisissima descrizione tecnica della meticolosa preparazione di ogni pezzo, dalla scelta degli strumenti agli arrangiamenti, alla stesura dei testi, ispirati alle emozioni, ai ricordi, alla vita. Perché il percorso artistico è strettamente collegato alla vita, la cui narrazione non viene mai abbandonata, né trascurata: Ivan ha avuto una compagna che ha creduto e continua a credere in lui, una donna sensibile e straordinaria, disposta a dividere il ricordo del marito con chiunque glielo chieda.

Da leggere, anche se non si è "del mestiere", anche se non si è della generazione che ha visto i dischi in vinile e le audiocassette, quindi non si possono comprendere a fondo i riferimenti alle copertine degli album [...] c'era tanto spazio nella copertina di un LP, lasciava molta possibilità di esprimersi; ora, con i CD che misurano 8 centimetri, che ci vuoi mai mettere?

Su ogni pagina del libro è riportato un disegno raffigurante un'audiocassetta e ogni nuovo capitolo riporta il simbolo del tasto "Play" dei vecchi registratori. Non è un vezzo: è un vero riferimento storico, a quando, negli anni 70 e 80, usava riprodurre su cassetta i dischi prestati dagli amici.

Da leggere perché abbiamo bisogno di qualcosa che ci aiuti a [...] cacciare le ombre, viviamo in un Paese che confonde (da "Cleo").

Cristina Orlandi


 

 
Valid XHTML & CSS | Template Design the science | Copyright © 2009 by officinewort