La terza metà di G.Pispisa PDF Stampa E-mail

La terza metà di G.Pispisa

codice ISBN-13: 9788831795951
Editore: Marsilio Editori
Data di pubblicazione: Oct 15, 2008

 

terza_met

 

Basta leggere l'incipit del romanzo, per rimanere catturati dalla macchina narrativa messa in atto da Pispisa. Continuare a leggere diventa una necessità e non soltanto per capire come sia possibile il verificarsi dell'innaturale premessa da cui la storia prende l'avvio. Quello che tiene il lettore attaccato alla pagina è, forse ancor più della narrazione degli eventi, il modo in cui Guglielmo usa la le parole), piegandole e adattandole alle sue necessità espressive. La sua prosa è scarna, quasi essenziale, ma tutt'altro che povera, Le sue parole hanno spessore, colore, sono tessere di un mosaico sapientemente collocate per dare la percezione di un'immagine nel suo complesso.

Il romanzo si snoda parallelo su due piani temporali: gli anni '70, e l'oggi, in cui la cui onda lunga della cosiddetta "strategia della tensione" increspa ancora la vita politica e gli animi nascosti delle persone. Pispisa mette in risalto un estremismo politico e ideologico, molto spesso fine a se stesso, come se il focus fosse nell'estremismo stesso e l'ideologia politica semplicemente il campo di gioco. Non esistono i buoni né i cattivi. Tutti sono corruttibili, corrotti o corruttori, tutti figli di un ideale di comodo che giustifica le scelte contingenti del momento.

La "prima metà" del romanzo è Hiero. Agente dei servizi, infiltrato negli ambienti dell'eversione. Hiero, figlio di un terrorista, la cui morte rimane un mistero e di una madre che sa riciclarsi da rivoluzionaria a new ager, pur di essere all'interno di un movimento ideologico che le tracci la strada liberando dalla consapevolezza del dover fare delle scelte.

Nella "seconda metà" il "magister", clochard ai margini non solo della società ma soprattutto della realtà, accompagnato da amici immaginari veri e reali quanto le pietre dei lungo Senna . Racconta la sua storia, apparentemente avulsa da ogni contesto, che finisce per intrecciarsi sempre più strettamente con la prima metà, fino quasi a chiarire ogni dubbio.

Ma nella "terza metà" nulla è come sembra e come in un gigantesco e perfetto trompe d'oeil, quella che sembrava l'ovvia strada maestra verso cui il lettore ormai crede di poter procedere spedito, si rivela essere un muro. La strada non è quella, è chiusa, va cercata altrove.

 
Valid XHTML & CSS | Template Design the science | Copyright © 2009 by officinewort