Serena variabile e Spargere il sale di Gianluca Morozzi PDF Stampa E-mail

A pochi mesi da Cicatrici (Guanda) Gianluca Morozzi inizia l'anno alla grande tornando in libreria. E lo fa alla Morozzi, scrittore che non sta certo a risparmiarsi o a gestire le uscite con il bilancino del farmacista quando ha delle storie da raccontare, con ben due libri: Serena variabile (Castelvecchi) scritto a quattro mani con Elisa Genghini e Spargere il sale (Fernandel).

In Serena variabile un ménage amoroso al limite della nevrosi, che farà sorridere i più ripensando a quello di qualche coppia di amici, ovviamente, subirà un improvviso, magico, stravolgimento che porterà a una caotica e a volte imbarazzante confusione di ruoli. Una girandola di personaggi un po' sulla scia dell'Era del porco e Colui che gli dei vogliono distruggere: irresistibili, divertenti, devastanti e devastati.  Serena, Michele, Corinna il "comodino", Sventrax il venditore di materassi, con il ritorno di una figura mitica dell'universo morozziano, l'Orrido, vi faranno divertire. Ma anche pensare, regalandovi la chance di una sbirciatina alla vita con occhi nuovi... diversi. Se è stato definito il primo romanzo "transgender", un motivo ci sarà pure.

Spargere il sale è invece una godibilissima raccolta di racconti scritti fra il 2006 e il 2010. In alcuni l'autore pesca spunti dalla sua "sterminata" esperienza di ex fidanzato, in altri si lascia andare al surreale e al fantastico, con un accenno di horror. Lo sbirro buono e lo sbirro cattivo, Lunga vita al rock'n'roll e Andare, sceneggiare, disegnare sono fra i racconti più riusciti. E non mancano le avventure di un adolescente nella Bologna negli anni '90: sgangherate e tragicomiche, riescono a fare dell'autore un vecchio amico.

 

serena_variabile_copertina-10-rd-libri Spargere_il_sale

 

 
Valid XHTML & CSS | Template Design the science | Copyright © 2009 by officinewort