Proclamazione dei vincitori del concorso "Turno di notte" PDF Stampa E-mail

Vincitori della prima edizione del concorso letterario

Turno di Notte

 

1¬į CLASSIFICATO Anna Calamelli

2¬į CLASSIFICATO Alessandro Marchi

3¬į CLASSIFICATO Erik Dall'Osso

Racconti segnalati:

Marco Michelotti

Carmelo Romano

Guido Pistorio

turno2009

 

 

Si è tenuta venerdì 17 luglio 2009 presso lo spazio cultura della Festa del Lungofiume a Imola la premiazione dei vincitori della prima edizione del Concorso Letterario "Turno di Notte".

Nonostante cabala e superstizione (venerdì 17!) la fortuna ha avuto un occhio di riguardo per Officine Wort regalando una bella e riuscita serata. A dire il vero, piccoli contrattempi avevano fatto temere qualche scherzo da parte del fato: a Paolo Bernardi, il conduttore designato della serata, era stato anticipato all'improvviso il volo per le vacanze obbligandolo a piantarci in asso, il dibattito politico che precedeva la premiazione si protraeva oltre l'orario stabilito a causa di un ritardo del treno della senatrice ospite d'onore, l'alea della presenza di un Gialuca Morozzi impegnato a Bologna nella presentazione del libro di un amico.

Alle 23.00 rompendo gli indugi, Giorgio Ottaviani maestro di cerimonia, ha dato il via alla premiazione, ospiti graditi Marco Pelliconi, Presidente dell'ARCI, e Andrea Bondi assessore all'Innovazione e Progetto Giovani del comune di Imola. Morozzi restava una speranza di pochi, tra cui il sottoscritto, e il dubbio di molti scettici di poca fede.

Marco Pelliconi ha esordito illustrando la campagna di Bookcrossing collaterale al Concorso, evidenziando il valore sociale e culturale di una simile iniziativa che in Italia, a differenza di molte nazioni del nord Europa, stenta ancora a prendere piede. D'altra parte, questo è il paese delle "cose" di verghiana memoria, e un po' di resistenza iniziale ci può anche stare. A Pelliconi è spettato premiare il giovane talento Erik Dall'Osso, classificatosi al terzo posto.

Era poi toccato a Andrea Bondi affrontare il tema del legame fra internet, giovani e cultura quando il mitico Moroz ha fatto la sua comparsa, proprio come promesso. Il tema affrontato da Bondi era legato a una peculiarità del Concorso che prevedeva sia la partecipazione fisica presso la festa sia da casa tramite per l'appunto l'utilizzo del web. La rete quindi come mezzo per creare legami, cultura e anche consapevolezza della realtà che ci circonda. Un'opportunità da non incensare ma neanche da demonizzare: da imparare a usare. Ha poi provveduto a premiare il secondo classificato, Alessandro Marchi, che non a caso aveva partecipato al concorso proprio da casa.

Infine è toccato a Ganluca Morozzi, il Moroz.

Piccola premessa, per capire che tipo di persona è il nostro: qualche hanno fa, la Compagnia Letteraria Colonne d'Ercole, aveva organizzato un ciclo di incontri con diversi autori presso la Biblioteca Comunale di Imola. Uno di questi era proprio Morozzi che presentava Il vangelo del coyote, la graphic novel nata dalla collaborazione con Giuseppe Camuncoli e Michele Petrucci.

In quella che si era alla fine risolta in una piacevole chiacchierata fra amici animati dalla medesima e insana passione per la scrittura il Moroz s'era lasciato scappare un improvvido: "Quando qualcuno mi chiede con cortesia qualcosa che ruota attorno al mondo della scrittura, non so dire di no. Nonostante il mio agente non sia d'accordo..."

Memore di questa mitica affermazione, questa primavera quando Giorgio Ottaviani l'ha incontrato per caso all'inaugurazione della piccola ma tosta casa editrice Voras, gli ha chiesto con educata sfrontatezza se era disposto a scrivere l'incipit del concorso. Risultato: una disponibilità assoluta. Così è stato giustamente Gianluca a premiare Anna Calamelli, la vincitrice del concorso.

A tutti i premiati è stato consegnato un attestato, un libro di Morozzi con dedica speciale, e bottiglie di ottimo vino offerte dall'Azienda Vinicola Gandolfi che da anni si occupa, grazie all'amicizia di Marco Gandolfi alias JackGandolfiperlacultura (tutto attaccato), con generosità della felicità e dell'ispirazione della Compagnia Letteraria Colonne d'Ercole prima e anche di Officine Wort poi.

L'ultima parte della serata è stata tutta dedicata al Moroz e al suo ultimo libro Colui che gli dei vogliono distruggere. E a due chiacchiere in assoluta e amichevole libertà. Del libro pubblicheremo presto una recensione di cui possiamo dare solo un piccola anticipazione... bellissimo!

Il dopo festa è continuato in birreria ben oltre la chiusura della stessa, dove con gli amici di Scrigno, che ringraziamo per essere venuti da Milano  a trascorrere la serata con noi e Gianluca s'è parlato di X-Men, Bob e Bruce, dei suoi coinquilini e Romeo il rissoso mastino napoletano di insospettabili amici in comune.

Ma tutto questo, è una gioia personale. E per dirla alla Carlo da Mordano, è un'altra storia.

Un grazie a tutti, partecipanti, giurati, ospiti e curiosi. E appuntamento all'edizione 2010.

Organizzato da Officine Wort con il patrocinio dell' ARCI Imola, PD sezione territoriale di Imola e la partecipazione di

Bacchilega Editore e Azienda Vinicola Gandolfi

gandolfi

bacchilega

 
Valid XHTML & CSS | Template Design the science | Copyright © 2009 by officinewort